La mia Musica preferita – Raphael Gualazzi

Ultimo appuntamento (almeno per ora) con la breve serie di post in cui vi mostro la collezione di album e, in alcuni casi anche qualche raccolta o ristampa, dei miei cantanti preferiti, un modo per farvi conoscere la mia Musica preferita e per farvi scoprire, o riscoprire, qualche canzone!

Dopo i Cranberries e CapaRezza è il turno di un cantautore e pianista molto talentuoso, Raphael Gualazzi!

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Raphael Gualazzi si avvicina al genere jazz, blues e fusion dopo gli studi classici al conservatorio e attira l’attenzione degli addetti ai lavori per la sua bravura al pianoforte. Il successo arriva dopo l’incontro con Caterina Caselli e la partecipazione nel 2011 al Festival di Sanremo nella sezione giovani che vince con il brano Follia d’amore. Lo stesso anno viene scelto per rappresentare l’Italia, dopo quattrodici anni di assenza, all’Eurovision Song Contest arrivando al secondo posto. Negli anni ha fuso la sua musica con tanti altri generi tra cui pop, dance ed elettronica.

N.B.: cliccate sui titoli delle canzoni per vederne il video, non li inserisco direttamente per non appesantire il post.

Love outside the window (2005)

Album d’esordio pubblicato quando era ancora poco conosciuto al pubblico che ho recuperato dopo un bel po’ di tempo in cui c’è già tanta voglia di sperimentare, sia nei singoli sia nelle cover. Anche se avevo già conosciuto un Gualazzi più “evoluto”, ho amato fin da subito anche questo.

Canzoni famose: nessuna, sono però conosciute le versioni originali delle tre cover, Besame Mucho, Georgia on my mind, Summertime

Canzone da ascoltare: A simple song

Reality and Fantasy (2011)

Cito me stesso da un post scritto qualche anno fa: arriva il 2011 e un amico mi dice «Orso, quest’anno a Sanremo tra i giovani c’è uno davvero bravo, si chiama Raphael Gualazzi» così mi metto davanti alla TV in attesa e quando ascolto Follia d’amore è… amore al primo ascolto, praticamente da subito si è guadagnato i soldi che ho speso e spenderò per i suoi CD! La canzone da ascoltare, Icarus, è la mia preferita di tutta la sua produzione!

Canzoni famose: Reality and Fantasy, Follia d’amore, A three second breathe

Canzone da ascoltare: Icarus

Reality and Fantasy special edition (2011)

Special edition dell’album precedente, contenente cinque tracce in più, acquistata solo perché… la mia cagnolina Virgola mi ha mangiato il CD! In questo post a lei dedicato le prove che non sto dicendo bugie! Ma devo comunque ringraziarla perché le cinque canzoni aggiunte, tra cui la canzone da ascoltare, sono tutte fantastiche!

Canzoni famose: le stesse della versione recedente, Don’t stop (cover usata per una pubblicità)

Canzone da ascoltare: New Orleans

Happy mistake (2013)

Questo album contiene le due canzoni presentate al Festival di Sanremo del 2013, anno in cui ogni cantate portava due brani ma solo uno andava poi avanti nella gara. Tra le due è stata scelta Sai (ci basta un sogno) (arrivata quinta) ma anche Senza ritegno avrebbe meritato tantissimo. Anche questo album ha un’altra versione, la International Deluxe Edition (che non ho) in cui sono contenute altre canzoni tra cui  le due portate al Festival del 2014, che aveva lo stesso meccanismo del precedente, Liberi o no e Tanto ci sei, entrambe feat. The Bloody Beetroots. Di tutti gli album questo è quello che mi porta più allegria!

Canzoni famose: Sai (ci basta un sogno), Senza ritegno

Canzone da ascoltare: Baby what’s wrong

Love Life Peace (2016)

Questo album rappresenta per me un’ulteriore evoluzione della sua musica, evoluzione che inizialmente mi ha lasciato stranito ma che poi ho capito e amato. L’estate di John Wayne è stato un vero e proprio tormentone e devo ammettere che sono stato contento di poter condividere un po’ di Gualazzi anche con le persone che mi stavano intorno e non sapevano chi fosse.

Canzoni famose: L’estate di John Wayne, Lotta things, Buena fortuna

Canzone da ascoltare: Mondello beach

Ho un piano (2020)

Pur conservando le sonorità tipiche del proprio stile, questo album rappresenta per me l’attuale conclusione del viaggio verso il genere pop intrapreso già con i lavori precedenti. Non è un difetto, anzi, amo il rinnovamento ed è riuscito a stupirmi ancora. A Carioca, singolo con cui ha partecipato al Festival di Sanremo del 2020, ho dedicato anche una Striscia dell’Orso! Ah, avendo comprato l’album in prevendita, ho ricevuto una copia autografata… sì, l’autografo è quello scarabocchio!

Canzoni famose: Carioca, E se domani

Canzone da ascoltare: La libertà

Termina questo ultimo appuntamento con La mia Musica preferita. Visto che l’ultimo album di Raphael Gualazzi è dell’anno scorso, credo che il prossimo aggiornamento arriverà tra un bel po’… ma mai dire mai!

Questa voce è stata pubblicata in Musica, Ricordi e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a La mia Musica preferita – Raphael Gualazzi

  1. Pietro Sabatelli ha detto:

    Non male, la sua Carioca lo scorso anno non mi dispiacque 😉

  2. Nella Crosiglia ha detto:

    grande talento pianistico, ottimi gusti personali bravo Orso

  3. Pingback: scORSa! 19-25/04/2021 | La tana dell'Orso Chiacchierone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.