La mia Musica preferita – CapaRezza

Torna la breve serie di post in cui vi mostro la collezione di album e, in alcuni casi anche qualche raccolta o ristampa, dei miei cantanti preferiti, un modo per farvi conoscere la mia Musica preferita e per farvi scoprire, o riscoprire, qualche canzone!

Dopo i Cranberries, gruppo che porto nel cuore, è il turno di un rapper, cantante, autore e musicista geniale, CapaRezza!

CD CapaRezza 0

Clicca sulle immagini per ingtandirle

Dopo aver usato lo pseudonimo Mikimix per un paio d’anni, il pugliese Michele Salvemini, per tagliare i ponti con un passato musicale che non sentiva più suo, cambia nome in CapaRezza, testa riccia in dialetto di Molfetta, per via folta capigliatura che si è fatto crescere. Il cambiamento non è solo nell’aspetto ma anche nel genere musicale, passa da brani melodici e poco originali a un rap duro con testi taglienti, ironici, maturi e con tematiche sociali, proseguendo con gli anni in un’evoluzione stilistica che lo porta a mixare rap e hip hop ad altri generi tra cui il rock.

N.B.: cliccate sui titoli delle canzoni per vederne il video, non li inserisco direttamente per non appesantire il post.

?! (2000)

Album recuperato in un secondo momento che mi ha inizialmente spiazzato per la grande differenza con i lavori successivi, musica e testi molto duri, probabilmente per discostarsi il più possibile dal passato. Ho imparato ad apprezzarlo col tempo.

Canzoni famose: Tutto ciò che c’è, La fitta sassaiola dell’ingiuria

Canzone da ascoltare: Mea culpa

Verità supposte (2003)

Quasi tutti lo hanno conosciuto con Fuori dal tunnel (brano che tra l’altro prendeva in giro chi lo ha ballato per tanto tempo) ma io l’ho scoperto con il singolo precedente di questo album, Il secondo secondo me, come già detto in questo vecchio post. È con questo secondo lavoro secondo me che viene definitivamente fuori (dal tunnel) il genio CapaRezza. Fuori dal tunnel e Vengo dalla luna erano dei must durante le serate karaoke con gli amici in un piccolo pub di periferia!

Canzoni famose: Fuori dal tunnel, Vengo dalla luna, Il secondo secondo me

Canzone da ascoltare: Nessuna razza

Habemus Capa (2006)

L’ultima traccia dell’album precedente si chiude con la frase “mamma quanti dischi venderanno se mi spengo” e CapaRezza, con la prima canzone di questo lavoro, annuncia la sua morte, vive una vita diversa in ogni brano per poi resuscitare nell’ultimo. Si può quindi definire il suo primo concept album, definito da lui stesso “l’album postumo di un cantante ancora in vita“. Quando ho ascoltato per la prima volta La mia parte intollerante, mi sono ritrovato moltissimo nel testo, credo sia stato in quel momento che CapaRezza è entrato ufficialmente tra i miei cantanti preferiti.

Canzoni famose: La mia parte intollerante, Dalla parte del toro

Canzone da ascoltare: Felici ma trimoni

Le dimensioni del mio caos (2008)

Primo album acquistato all’uscita, è un fonoromanzo, un romanzo sonoro che ha come filo conduttore tra i brani la storia di Ilaria, ragazza del 1968 che a causa di un varco temporale si ritrova catapultata nel 2008. L’album è concepito come supporto musicale al libro uscito in contemporanea Saghe mentali. Viaggio allucinante in una testa di capa che avevo… poi l’ho prestato a un amico ma non me l’ha più restituito! Prima o poi acquisterò la riedizione di qualche anno fa. In questo album una delle canzoni che più amo e ascolto, Abiura di me.

Canzoni famose: Vieni a ballare in Puglia, Eroe (storia di Luigi delle Bicocche), Abiura di me

Canzone da ascoltare: La rivoluzione del sessintutto

Il sogno eretico (2011)

L’album del mio primo e unico concerto che, più che un semplice susseguirsi di canzoni, è stato un vero e proprio spettacolo teatrale. Proprio perché dovevo prepararmi al concerto, conosco tutti i brani a memoria, tra cui La marchetta di Popolino, parodia della Marcetta di Topolino in cui vengono citati molti personaggi Disney… figuratevi per me che sorpresa!

Canzoni famose: Goodbye Malinconia, La fine di Gaia, Kevin Spacey

Canzone da ascoltare: La marchetta di Popolino

Museica (2014)

Nel sesto album dell’artista ogni brano è ispirato a un’opera d’arte, da cui il titolo che è l’unione delle parole musica, museo e sei. Anche dopo anni è sempre interessante ascoltare ogni brano osservando l’opera a cui è ispirato, CapaRezza dice: «non esiste dunque una traccia che possa rappresentare l’intero disco, perché non esiste un quadro che possa rappresentare l’intera galleria. In pratica questo album, più che ascoltato, va visitato». Concordo in pieno, infatti è stato difficile scegliere un brano da consigliarvi!

Canzoni famose: Non me lo posso permettere, China town, Mica Van Gogh

Canzone da ascoltare: Troppo politico

Prisoner 709 (2017)

L’album più autobiografico che ci porta nella prigione mentale dell’artista e ci fa affrontare la sua crisi esistenziale, da cui il titolo Prisoner 709, dove 7 o 9 sono le lettere rispettivamente di Michele e CapaRezza (inizialmente si pensava ci fosse un riferimento agli album pubblicati, come scrivevo in questo post). I due numeri tornano anche nei sottotitoli delle canzoni che hanno sempre due parole di 7 e 9 lettere a confronto (sopruso o giustizia, ragione o religione, perdono o punizione). Molti i riferirmi all’acufene che ha colpito l’artista dal 2015 e che ha condizionato irrimediabilmente la sua vita e il suo lavoro, ne soffro in modo molto lieve anche io (e per questo non influisce sulla mia quotidianità) e per questo è un album che mi emoziona moltissimo.

Canzoni famose: Ti fa stare bene, Una chiave, Larsen

Canzone da ascoltare: Il testo che avrei voluto scrivere

ALBUM DAL VIVO

Esecuzione pubblica (2012)

Concerto live racchiuso in un CD e un DVD che contiene anche i video dei singoli estratti da Il sogno eretico. Ascoltarlo e guardarlo mi riporta ai bei momenti felici e spensierati passati al concerto visto con i miei amici… tra di loro c’era anche quello che non mi ha più restituito il libro!

Canzoni famose: quasi tutte, molte sono le stesse degli album precedenti

Canzone da ascoltare: Inno verdano (che ripesco da Habemus Capa)

Termina questo terzo e penultimo appuntamento con La mia Musica preferita. Caparezza ha annunciato già da tempo un nuovo album quindi in futuro, spero a breve, ci sarà un aggiornamento!

Questa voce è stata pubblicata in Musica, Ricordi e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a La mia Musica preferita – CapaRezza

  1. Pietro Sabatelli ha detto:

    Da pugliese non posso che applaudire, Caparezza è mitico 😀

  2. fperale ha detto:

    E’ anche uno dei miei preferiti, veramente geniale e molto ma molto intelligente!

  3. Nella Crosiglia ha detto:

    Persona estramamente intelligente e versatile. Un musicista innovativo!

  4. Living Deep ha detto:

    Musicista con tutte le lettere amiuscole, non si è mai venduto alle ettichette

  5. Pingback: scORSa! 22-28/03/2021 | La tana dell'Orso Chiacchierone

  6. Pingback: Exuvia | La tana dell'Orso Chiacchierone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.