Come stai?

Una delle domande più difficili da fare è “come stai?”. Almeno per me.

A dirla tutta, è anche la domanda più difficile a cui rispondere.

Perché non tutti ti dicono davvero come stanno. Lo faccio anche io. Rispondiamo con il solito “bene, grazie” e poi magari dentro non va bene per niente.

Ma non voglio parlare di questo.

Ero uno di quelli che al telefono prima di tutto chiedeva “dove sei?” poi mi sono reso conto di quanto fosse stupido e ora chiedo prima “tutto bene?” oppure “come va?”.

L’avete notato? Non chiedo “come stai?”. O comunque lo faccio raramente.

Probabilmente perché per me quella domanda richiede una risposta intima, personale, vera. Una domanda a cui non tutti vogliono rispondere.

Oggi ho letto questo post di MikiMoz in cui si parla di blogging e di blog abbandonati o chiusi e mi è venuta un po’ di nostalgia.

Rispetto a tanti altri blogger ho aperto il mio spazio da poco ma mi è già capitato di vedere sparire, da un momento all’altro, persone con le quali condividevo un po’ del mio tempo ogni giorno.

E tante volte ho pensato di contattarle per fare quella fatidica domanda ma spesso mi sono fermato chiedendomi se fosse davvero ciò che volevano o se non fossi stato poi troppo invadente.

Forse così ho perso un’occasione, per sentirmi meglio e per far sentire che c’ero, magari per strappare un sorriso, non lo so.

Già mi risulta difficile fare quella domanda dal vivo, figurati via mail a persone che, in fin dei conti, sono sconosciute.

Eppure io vorrei saperlo davvero, vorrei sapere come sta andando la vostra vita, come state e dalle vostre risposte capire perché non scrivete più

Perché è anche vero che a volte non scriviamo più perché ormai siamo felici, abbiamo tutto, non c’è più bisogno di avere un posto nel quale sfogarsi.

Spero proprio che sia così per tutti voi che siete passati di qui a trovarmi, che mi avete accolto nelle vostre “tane” e che ora non ci siete più.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni, Tempo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Come stai?

  1. nella ha detto:

    Mi caro penso che la cosa più difficile sia quella di scoprire perchè un blogger non ti segua più!
    Rinuncia , dammi retta!
    Felice e serena domenica ..carezzona a Virgola!

    • Orso Chiacchierone ha detto:

      Beh, io questo lo capisco perché può capitare che ormai i propri argomenti non interessino più a qualcuno e nella miriade di blog esistenti bisogna fare a volte delle selezioni. O, come nel mio caso e te ne sarai accorta, leggi tutto ma non commenti mai perché non ne hai il tempo o non vuoi solo lasciare commenti inutili, come spesso mi capita ultimamente.
      Ma io mi riferisco più che altro a quei blogger che spariscono all’improvviso, non dai nostri blog ma dai loro.
      Virgola ringrazia! 🙂

  2. Maestra Miyagi ha detto:

    Ciao Orso, grazie per questo post, così ho letto anche quello di Miki Moz che mi era sfuggito e invece meritava tanto (infatti ho lasciato un lungo commento). Inutile copiare e incollare ciò che ho già scritto, io comunque faccio parte della categoria dei “sto bene ma potrebbe andare meglio, solo che non ho tempo di scrivere manco a pagarlo oro”. Sono post come il tuo e quello di Moz che mi hanno dato una spinta a prendermi cinque minuti, ma per un post…per quello ci vogliono idee che al momento neanche ho, perché se scrivi solamente dei fatti tuoi non interessa a nessuno, oramai si aspettano tutti grandi sorprese, “ricchi premi e cotillon” (cit)! C’è un po’ di corsa al sensazionalismo che fa a botte con la natura dei blog.
    Un caloroso saluto! E’ un po’ difficile dimenticare un orso blogger, quindi direi che hai già vinto con molti! 😉

    • Orso Chiacchierone ha detto:

      Grazie a te per il commento! Prima di rispondere ho letto anche quello scritto sotto il post di MikiMoz e sono pienamente d’accordo con te.
      Forse qui su WordPress quello che ha rovinato tutto è davvero quel tasto “mi piace” che però non fa capire il perché un post ti è piaciuto e non crea interazione. Eppure io lo uso tanto.
      I social poi sono la rovina di tutto, io sono sui due più importanti ma davvero non riesco a starci dietro, spesso mi dimentico di averli e ormai se non sei attivo anche lì non vai da nessuna parte.
      Comunque… sono contento perché stai bene! Poi oh, potrebbe sempre andare meglio, il problema è che non va! XD

  3. mikimoz ha detto:

    Oh, ma cosa ho combinato con quel post??
    Mi fa piacere se ho smosso un po’ le acque, perché cazzarola, noi ci siamo ancora e il bello deve ancora venire!! 🙂
    La vedo come te: io ho sempre considerato più che numeri, la gente con cui mi sono interfacciato.
    Io vi sento anche altrove, con alcuni mi ci vedo pure. Non è un mondo a sé, è semplicemente un mezzo.

    Moz-

  4. E. ha detto:

    Davvero un bel post, riflessivo e profondo. Un abbraccio a te e una carezza a Virgola!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...