Punto. E virgola. E G. E accapo.

Stavo bevendo la mia tisana al finocchio e camomilla e la bustina che avevo lasciato nella tazza (la solita tazza) all’ultimo sorso ha sbattuto sul mio naso. Ora ho il naso che sa di finocchio e camomilla.

Ciò che ho scritto in realtà non c’entra niente con ciò che voglio dire. O forse sì.

Perché capita spesso che qualcosa ci sbatta sul muso, magari dopo un anno.

Ho riletto il primo post che ho scritto nel 2014 è ho sbattuto il muso contro un commento che non ricordavo e che ora mi è arrivato tipo pugno sul naso.

Se pensate poi che chi lo ha scritto ha fatto anche boxe, immaginerete quanto mi abbia fatto male. Anzi no, bene.

Il commento è questo: Orsetto te lo dico sinceramente: dovresti scrivere più post del genere. Oltre le strisce, i minipost ed il resto… anche puro e semplice blogging. Perché sei piacevole ed accattivante! E… Tanti auguri!

L’ho ha scritto Punto & Virgola G.. L’ho ha scritto all’inizio del 2014. L’ho ha scritto praticamente un anno fa.

Perché mi ha colpito tanto? Perché sento di non aver seguito il suo consiglio. Forse l’ho fatto i primi tempi ma poi, col passare del tempo, ho iniziato di nuovo a scrivere sempre di meno. Ho scritto di meno e ho letto pochi libri. E non ho imparato a suonare l’armonica. Però ho costruito molti Lego, ho visto molti film e serie tv, ho letto molti manga e fumetti. E comunque ho scritto tanti post, anche se la maggior parte sono sempre rubriche o Strisce. Ho fatto tante cose nell’anno ormai passato, davvero tante, tutte molto belle… insomma, il bilancio è positivo.

Ma si può fare sempre di più, per cui quest’anno imparerò senz’altro a suonare l’armonica, costruirò tanti altri Lego (spendendo quindi tanti altri soldi), mi rimetterò in forma, leggero tanti libri e tanti manga e tanti fumetti, camminerò di più e starò di più in mezzo alla Natura e farò anche altre cose più serie.

E scriverò di più. Di me, del bosco, dei suoi abitanti e delle loro abitudini.

Il blog ormai entra nel suo quarto anno di vita e le cose devono cambiare. No no, cambiare no, migliorare. Perché questa mia tana fino a ora mi ha dato tante soddisfazioni e non la cambierei per nulla al mondo.

Però ci vuole un punto per andare accapo.

E ringrazio Punto & virgola G. per avermi dato un pugno… punto, volevo dire punto!

A me non resta che andare accapo.

(E proprio per la questione del puro e semplice blogging, domani ci sarà il post dell’OrSondaggio! Ci vuole coerenza, no?)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Amici, Riflessioni, Tempo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Punto. E virgola. E G. E accapo.

  1. mikimoz ha detto:

    Io è più di un anno che non lo vedo in giro! XD
    Comunque, hai preso questo segnale come un checkpoint: ogni tanto è giusto farlo.
    Buon anno e buon nuovo anno di blogging!^^

    Moz-

  2. Punto & virgola G. ha detto:

    Wa, Orso!
    Questo post -giuro- proprio non me l’aspettavo; ma ora capisco molte cose…
    Non avrai letto molti libri nel 2014, ve bene; ma hai fatto numerose cose altrettanto valide e ristoratrici per l’animo.
    Da parte mia, per il 2015, mi impegno a scrivere di più dell’anno testé passato… almeno un post al mese.
    Chissà…

  3. IlMondodiStella ha detto:

    Buon anno nuovo Orso chiacchierone!

  4. nella ha detto:

    Bravo Orso, l’importante è avere dei traguardi, anche se penso che tu li abbia sempre avuti!
    Sfavillante 2015!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...