Coccole di Mele

Prima di tutto bisogna chiarire una cosa fondamentale: non sono un grande cuoco… cioè… non so nemmeno fare una frittata… beh, forse la frittata sì… sono un grande mangiatore però!

Detto questo, ho ricevuto… no, non un premio… diciamo… un pensiero, chiamiamolo così.

E a regalarmelo è stata E.

Prima di continuare a leggere questo post date un’occhiata al suo blog (statomentale.wordpress.com) mi raccomando! Non ve ne pentirete!

Fatto? Bene, ora posso spiegarvi il perché della mia premessa: E. mi ha nominato in un contest in cui si parla di… MIELE! Eh? Come? Non era MIELE ma MELE? Ops, scusate, deformazione professionale…

Coccole di mela

Dicevamo, parliamo di mele e, più precisamente, di torte di mele. Il contest è stato ideato da Pina, e prevede:

  1. parlare dei propri ricordi associati alle torte di mele
  2. condividere la propria ricetta preferita (se si desidera)
  3. nominare altri 5 bloggers

Bene bene… ho molti ricordi legati alle mele perché le adoro! Le mie preferite sono quelle gialle… c’è stato un periodo in cui ne mangiavo davvero una al giorno… oh, in effetti, medici non ne vedevo molti in giro.

Mia madre è bravissima a fare dolci, fa tante crostate, ma, da quel che ricordo, non ha mai fatto torte di mele.

Ecco perché, alle feste o durante le uscite con gli Scout, quando qualcuno portava (e porta) una torta di mele mi ci fiondo subito sopra! Lo stesso vale per i biscotti… ecco, ora mi è venuta voglia di torta di mele!

Ovviamente non ho una ricetta mia per questo tipo di torta quindi ho dovuto recuperarla. Ho deciso di proporvene una che mette insieme le mele con il miele… beh, da un Orso che vi aspettavate?

Ingredienti

  • Farina: 500 grammi
  • Mele: 4
  • Zucchero: 200 grammi
  • Burro: 200 grammi
  • Uova: 3
  • Lievito: 1/2 bustina
  • Miele: quanto basta (scrivere q.b. non mi piace!)
  • Latte: quanto basta
  • Sale: quanto basta
  • Cannella: quanto basta
  • Rum: quanto basta

Preparazione:

Versate la farina su un piano e fateci un buco in mezzo, tipo un vulcano… capito no? Nella bocca del vulcano ci mettete: zucchero, burro ammorbidito a pezzetti, uova, un pizzico di sale e lievito sciolto in 1/2 bicchiere di latte. Impastate velocemente (non è che dovete stancarvi eh, fate con calma… ma veloce!) fino a ottenere un composto omogeneo… l’omogeneità è soggettiva. Sbucciate le mele (mi raccomando, non sprechiamo nulla, sbucciatele come si deve!) e tagliatele a fettine (per evitare che diventino scure viene consigliato di bagnarle con il limone… mmm, a me piacciono scure). Poco più della metà dell’impasto lo stendete nella teglia imburrata e infarinata. Ora viene il bello: cospargetene il fondo di miele, a seguire uno strato di mele e, se vi piace, una spolverata di cannella, poi ancora miele, mele e cannella… mmm… spruzzate con il rum (poco eh, non esagerate!) e ricoprite con la pasta avanzata, sigillando bene i bordi. Fate pure delle incisioni con un coltello… il perché non lo so ma così c’è scritto. Cuocete in forno a 180° per circa 50 minuti. Nell’attesa mangiatevi una bella mela che fa sempre bene.

E adesso? Devo nominare altri 5 tortaioli… facciamo così, scelgo 5 donne… ma solo perché (teoricamente) per loro è più semplice parlare di queste cose… io ho fatto una faticaccia!

  1. Maestra Miyagi
  2. Harahel13
  3. Cerchidifumo
  4. Fra3fra
  5. Nonchiedoxnonsapere

Bene, non vi resta che prendere dal forno la vostra bella torta di mele e miele e portarla a tavola dopo il pranzo… così, giusto per chiudere in bellezza con una bella cosa leggera leggera!

Ringrazio ancora E.! Auguro a lei e a tutti voi una buona domenica!

Questa voce è stata pubblicata in Premiazioni, Ricordi, Roba da mangiare/Cibo/Bevande, Tempo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a Coccole di Mele

  1. pepe ha detto:

    Ma buongiorno. Sei la seconda persona che mi dice “mia madre non ha mai fatto una torta di mele!”. Mublemuble Nonna Papera avrebbe qualcosa da dire. Però! Potrebbe essere l’occasione giusta,no?! (si sono invadente e fastidiosa, puoi prendermi a martellate quando vuoi!)

    Se hai però delle foto di torte degli Scout che ti invocano dolci ricordi mi piacerebbe gustarle con te.

    Buona domenica! E piacere di averti conosciuto

  2. Fatjona ha detto:

    Non mi riesce. 😥

  3. E. ha detto:

    Grazie a te! La torta sembra molto slurposa! 🙂

  4. mikimoz ha detto:

    A me il miele fa schifo, così tanto che la kinderfettallatte la mangiavo sempre, quando vidi lo spot che diceva contenesse un gocciolone di miele non l’ho voluta più! 🙂
    Quindi niente OrsoTorta per me.

    Moz-

  5. MaestraMiyagi ha detto:

    Stamattina mi sono giusto alzata dicendo “escion escion sento odor di nominescion” (licenza poetica..dovevo fare la rima, no?) XD
    Torta di mele…buonissima…. ci faccio un post e lo metto in programmazione! 🙂
    Per il resto, a me come a Moz il miele non piace 😦 però posso sostituirlo con una colata di caramello, giusto per triplicare il diabete! XD
    Grazie per la ricetta e per avermi pensata!! ^_^

  6. Harley Quinn ha detto:

    Ma salve! Arrivo nel tuo blog grazie a Maestra Miyagi e alla sua nominescion dolciaria 🙂 Zampetterò un po’ in giro. Per ora, ci piace 🙂 Buona giornata

    • Orso Chiacchierone ha detto:

      Grazie per la visita e il commento!
      Ecco… “per ora ci piace”… poi a breve dirai “ma chi me lo ha fatto fare!” 😛
      Lascerò qualche impronta anche io nel tuo blog! 😉

  7. Pingback: Un petit cadeau pour vous « Pina la Peppina

  8. Pingback: Il vincitore del contest “Coccole di Mele” è …(questa volta sul serio) « Pina la Peppina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.