Cose Consumate – Il secondo secondo me

Questa settimana torniamo a parlare delle mie Cose Consumate.

A cosa mi riferisco? A quelle cose che, per un legame affettivo, continuiamo ad usare anche quando si sono consumate, appunto.

Visto l’evento che sta caratterizzando questa fredda settimana di Febbraio e continuando a trattare il tema della Musica, parlo oggi di una canzone ascoltata qualche anno fa, una canzone che mi ha fatto scoprire non un artista, ma un vero e proprio genio.

Il secondo album è sempre il più difficile nella carriera di un artista” cantava quel ragazzo dalla capigliatura folta e riccia, una “capa rezza“, come si dice in dialetto molfettese, in un video strano e visivamente interessante.

Era il 2003. Nessuno conosceva Caparezza (vero nome, Michele Salvemini) e il suo singolo, “Il secondo secondo me” era passato inosservato, così come era passato inosservato il singolo precedente, “Follie Preferenziali“. L’album era “Verità supposte“.

Fu solo col terzo singolo estratto, “Fuori dal tunnel“, che Caparezza arrivò al successo (in realtà la sua canzone non fu capita da molti, ma questa è un’altra storia).

Da allora, da quel primo singolo, io non ho potuto fare più a meno di ascoltare la sua musica geniale, profonda, canzoni in cui ogni parola non è mai usata per caso, parole che possono assumere qualsiasi significato grazie alle sue rime impensabili.

Se vogliamo dirla tutta, la mia Cosa Consumata è Caparezza: ho tutti i suoi cd, il suo libro e sono andato anche ad un suo concerto (purtroppo solo uno, ma rimedierò).

Come? Dite che assomiglia a qualcuno? A quel ragazzo del video di ieri, giusto?

Beh, avete ragione: quel ragazzo si chiamava Mikimix e nel 1997 partecipò al Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte.

Non so cosa sia stato, se la partecipazione a quell’evento o la deludente carriera intrapresa, sta di fatto che Mikimix sparisce e Michele Salvemini, facendosi crescere pizzetto e capelli, rinasce Caparezza.

E il suo genio si risveglia.

Per fortuna.

Dobbiamo ringraziare il Festival? Beh, nel dubbio, io lo faccio. Grazie.

P.S.: inviatemi descrizioni, riflessioni e storie sulle vostre Cose consumate!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cose Consumate, Musica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Cose Consumate – Il secondo secondo me

  1. Bocciuolo ha detto:

    Non sapevo che mikimix fosse caparezza!! Infatti sono andata a vedere le foto e se non fosse per le folte sopracciglia lo riconosco a stento 😀
    E’ bravo comunque, e hai detto bene, le sue rime sono veramente impensabili, infatti quando ascolti una sua canzone per la prima volta resti stupito pensando “ma come gli è venuta in mente questa??” E’ un artista a cui è congeniale la creazione di testi così originali, insomma sfrutta bene quest’abilità 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...