Ci restano i calzettoni bucati

Bam, Pum, Boom, Sfrush, Patapam, Crack, Smash, Slurp!

Gli animali del bosco sono in rivolta! Non se ne può più!

Il Presidente del bosco ha aumentato le tasse e fa anche un freddo cane!

Ma non solo Cane ha freddo, anche Lupo è arrabbiato perché con un solo stipendio non ce la fa a tenere i riscaldamenti accesi.

E Castoro deve combattere perché continuano a rubargli la legna che servirebbe per costruire la sua diga (progetto di cui si parla da 10 anni ma che non ha mai avuto inizio!).

E Panda aveva comprato una tana nuova e si ritrova a dover pagare la relativa tassa.

Per non parlare di me, che ho mille e più problemi.

Prima di tutto, io in letargo non ci sono andato e non ci vado, mentre tutti gli altri Orsi è già da un bel po’ che non si fanno vedere: mi chiedo, ma questi un lavoro non ce l’hanno? Non studiano? Non vengono licenziati se stanno sempre a dormire?

A meno che non siano collaudatori di materassi, allora mi scuso per le calunnie gratuite.

Secondo di tutto, voi penserete che avere una pelliccia sia comodo: stai sempre caldo caldo.

Beh, non è così: la pelliccia si bagna e ci mette ore per asciugarsi.

Conseguenza? Raffreddore garantito.

Poi al mattino ci perdi ore a pettinarti, perché non ti pettini solo in testa. E sappiatelo, al mattino ho tutti i peli fuori posto. Proprio tutti.

Quelli delle gambe, intendo.

Vabbè, non cominciamo a parlare dell’Estate poi che finiamo per arrabbiarci: fa caldo, si suda, la pelliccia si bagna, il sudore si asciuga addosso ed ecco ancora il raffreddore.

Raffreddore tutto l’anno.

Che poi in Inverno voi ai piedi mettete i calzettoni, di quelli supercaldi e superbrutti (NanaLSD ne sa qualcosa!) ma io non posso, perché ho le unghie lunghe e si bucano!

Stesso dicasi per i guanti per i motivi appena descritti.

Terzo di tutto, vivere in montagna, in una tana scavata nella montagna, con gli alberi secchi di montagna e la neve fredda di montagna non è certo salutare!

La Salute mi saluta e se ne va!

Al termine di queste mie lamentele nelle vostre teste saranno nate almeno tre domande:

  1. perché non te ne vai in letargo? (così eviti si scrivere str… annezze?)
  2. perché non ti tagli le unghie? (o compri guanti di acciaio? No, forse questa no…)
  3. perché non ti compri una casa e vieni a vivere in città?

La risposta è la stessa per tutte le domande: perché amo lamentarmi!

P.S.: alle prossime elezioni votate Cicala! Staremo sempre inguaiati, aumenteranno le tasse e moriremo di fame, ma almeno ce ne fregheremo e canteremo tutto il dì!

P.P.S.: un saluto a Grillo! (sennò poi si arrabbia perché ho citato tutti tranne lui.)

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in Amici, Follia, Lavoro e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Ci restano i calzettoni bucati

  1. Grillo Canterino ha detto:

    Io lo dico sempre: il vino sta meglio nelle botti!!!

  2. Pako M. ha detto:

    Io voto Gibbone Sfuggente! 😛

  3. Bocciuolo ha detto:

    “perché non ti tagli le unghie?” l’ho pensato anch’io!! 😀 orso, per il raffreddore non c’è problema, ti compro un phon e quando esci ti passerò un poncho!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.