A cosa starà pensando?

Ieri (quando ho scritto il post questo ieri era un oggi) ero in autobus e, a una fermata durata al massimo 30 secondi, ho visto attraverso il finestrino due ragazze che scambiavano qualche parola.

Poi l’autobus è ripartito, e io non so come sia andata a finire quella chiacchierata.

Ma nella mia testa hanno cominciato a frullare mille idee, mille storie, mille possibili finali.

È successo insomma quello che mi succede sempre: la mia troppa fantasia è partita senza che le chiedessi nulla.

La questione a questo punto però si fa filosofica: non potendo conoscere come è andata a finire la vicenda, per il mio intelletto uno qualsiasi dei finali trovati potrebbe essere quello reale.

È come se, in una sola realtà e per quelle due ragazze, la vita avesse preso più direzioni contemporaneamente.

Sta di fatto che, per me, presumibilmente è andata così:

  • finale probabile: al termine della chiacchierata, le due ragazze non si sono più riviste.
  • finale abbastanza probabile: le due ragazze hanno cominciato a notarsi in giro per la città (del tipo “io quella l’ho già vista…“) ma hanno fatto finta di niente.
  • finale poco probabile: le due ragazze hanno cominciato a notarsi in giro per la città (del tipo “io quella l’ho già vista…“) e si sono scambiate qualche saluto.
  • finale molto poco probabile: le due ragazze si sono trovate simpatiche e si sono scambiate numero di cellulare, e-mail o (sicuramente) contatto Facebook.
  • finale improbabile: le due ragazze, deluse dalle loro amicizie, hanno trovato in quella chiacchierata una nuova migliore amica.
  • finale molto improbabile, ma non impossibile: le due ragazze si sono innamorate e ora stanno insieme.

Ovviamente questi concetti non nascono dalla mia testa, troverete milioni di filosofi che ne
parlano, milioni di film e libri (a voi la scelta di fare una ricerca… oppure no).

Tutto questo però può essere utile per chi, ogni tanto, mi guarda fissare il vuoto e si chiede a cosa diamine stia pensando.

Bene, ora sapete che non è certamente qualcosa di costruttivo… e perché non ve lo dico.

Potreste prendermi per pazzo.

Ecco la prima immagine che esce fuori scrivendo pazzo su Google. Provare per credere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Follia, Riflessioni e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a A cosa starà pensando?

  1. Zuzzurro ha detto:

    Non ti preoccupare non ti prendiamo per pazzo!Scusa un sec………eh pronto ospedale di nocera..ahah.A parte gli scherzi non hai detto però se hai capito quello che stavano dicendo le ragazze!Scusa non potevano essere già amiche?

  2. Castoro Giocherellone ha detto:

    Si chiama nciuciaria questa! 😛 Ehehehehehehehhehe

  3. Max liguori ha detto:

    Quando ero piccolo mi cadde un’enciclopedia in testa!Ed ora ne pago le conseguenze

  4. Zuzzurro ha detto:

    Mai pensiero fu così chiarificatore!

  5. Max ha detto:

    zuzzurro è inutile che scrivi frasi con il nome “Max liguori” altrimenti ti denuncio per falsa risposta mediatica.
    Caro Orso, le due ragazze sicuramente si saranno innamorate e ora sono felici di stare insieme ma infelici che qualcuno le spia (si, sto parlando di te)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...